INTRODUZIONE


APPROFONDIMENTI SULLA DIRETTIVA ECODESIGN (Cod. N9W)

APPROFONDIMENTI SULLA DIRETTIVA ECODESIGN (Cod. N9W)

Le specifiche di progettazione eco-compatibile che da diversi anni sono oggetto delle misure d’implementate per i cosiddetti “Energy Related Products (ErP)” fra i quali vi sono le sorgenti luminose, le unità separate di alimentazione per sorgenti luminose e i prodotti contenitori (ovvero, gli apparecchi di illuminazione), sono ancora in vigore per dare attuazione al quadro regolatorio della Direttiva ECODESIGN 2009/125/CE. Si procederà quindi all’approfondimento dei requisiti introdotti dal Regolamento (UE) 2019/2020, anche definito “Single Lighting Regulation (SLR)“, per lampade (tutte le tecnologie), moduli LED, unità di alimentazione così come per gli apparecchi di illuminazione, seppur questi ultimi non sono esplicitati nello scopo della specifica misura di implementazione della Direttiva Ecodesign.

Nel contempo saranno illustrati i requisiti introdotti dalla revisione della direttiva ECODESIGN mediante il Regolamento (UE) del Parlamento europeo e del Consiglio che è stato adottato il 27/5/2024 che sarà pubblicato su Official Journal of European Union entro luglio 2024; si tratta del nuovo quadro regolatorio per stabilire specifiche di progettazione ecocompatibile per gruppi di prodotti specifici al fine di migliorarne significativamente la circolarità, la prestazione energetica e altri aspetti di sostenibilità ambientale (ESPR). Consentirà di stabilire requisiti di prestazione e di informazione per quasi tutte le categorie di beni fisici immessi sul mercato dell’UE (con alcune eccezioni degne di nota, come gli alimenti e i mangimi, quali definiti nel regolamento (CE) n. 178/2002). Per i gruppi di prodotti che condividono caratteristiche comuni sufficienti, il quadro consentirà anche di stabilire norme orizzontali.

PROGRAMMA


Principali tematiche affrontate durante il corso

  • La marcatura CE, Spazio Economico Europeo e l’immissione sul mercato
  • La direttiva ECODESIGN 2009/125/CE e il recepimento, il D.Lgs. 16-02-2011 n.15 (sanzioni)
  • Focus sulla misura di implementazione, il Regolamento (UE) 2019/2020 congiuntamente con le modifiche introdotte dal Regolamento UE 2021/341“Omnibus”:
    • Scopo e definizioni
    • Requisiti per le sorgenti luminose
    • Requisiti per “prodotti contenitori”
    • Requisiti per unità di alimentazione separate
    • Documentazione tecnica (fascicolo tecnico) e cenni sulla “legislazione in pillole” (Area Tecnica ASSIL)
    • Procedure di verifica da parte delle Autorità di sorveglianza
  • Il Regolamento quadro “ESPR”  per stabilire specifiche di progettazione ecocompatibile dei prodotti al fine di migliorarne significativamente la circolarità, la prestazione energetica e altri aspetti di sostenibilità ambientale che abroga la direttiva ECODESIGN 2009/125/CE

A CHI È RIVOLTO


Destinatari

Tecnici e progettisti di prodotto, tecnici Ricerca e Sviluppo, responsabili contenuti dei cataloghi e del sito web

DOCENTE


Fabio Pagano

Responsabile tecnico In ASSIL dal 2003

Nato a Milano, 53 anni, Diploma di Scuola Media Superiore in Elettrotecnica (1991, I.T.I.S. J.C. Maxwell, a Milano).
Dal 2003, responsabile tecnico di ASSIL, l’Associazione Nazionale Produttori Illuminazione.
Responsabile delle attività dell’associazione nel campo delle norme tecniche degli impianti di illuminazione, con rilevanza per gli aspetti illuminotecnici/fotometrici.
Docente in corsi di formazione dell’associazione su argomenti relativi a Direttive e Regolamenti UE (Ecodesign, Energy Label, EPB, ecc.) e in corsi presso le aziende associate su argomenti tecnici (illuminazione stradale, illuminazione dei luoghi di lavoro, principi di illuminotecnica, ecc.)
Membro della Task Force di Confindustria sul risparmio energetico (2009 – 2012) e della Task Force di Confindustria sulle Smart Cities (2012 – 2013)
Membro italiano dei comitati tecnici ISO TC 274 e CEN TC 169 Luce e illuminazione (e di diversi gruppi di lavoro correlati); dal 2014 al 2024 presidente della Commissione Tecnica UNI CT023 Luce e Illuminazione e membro dei relativi gruppi di lavoro, dei quali coordinatore del GL13 Prestazioni fotometriche (gruppo di lavoro congiunto con il CEI) e del GL15 Lighting Designer. Inoltre, membro del CEI CT 34 Illuminazione e dei relativi sottocomitati, segretario del CEI SC 34A (Sorgenti luminose elettriche).
Membro attivo della federazione europea LightingEurope (The Voice of the Lighting Industry) nei gruppi di lavoro WG Sustainability, WG Sound Product Rules, WG Better Enforcement e WG Value of Light. Chairman del gruppo di lavoro LE Circular economy (dal 2016 al 2018). Chairman del CELMA WG SQLE, Sustainable Quality lighting in Europe (dal 2011 al 2013) e del CELMA LPP WG on Performances of Luminaires (dal 2007 al 2011).
Dal 2008, membro della delegazione di LightingEurope (in precedenza di CELMA) in molte riunioni dell’Ecodesign Consultation Forum, un gruppo di esperti che contribuisce alla definizione e alla revisione delle misure di attuazione adottate nell’ambito della Direttiva 2009/125/CE e dei regolamenti UE per l’etichettatura energetica dei prodotti e relative all’European Product Database for Energy Labeling (EPREL).

Quote di partecipazione


Socio Ordinario Gratuito
Socio Affiliato 120,00 €
Socio Derivato Gratuito
Non Associati 200,00 €

Condividi