Pubblicazioni Ambiente

 PUBBLICAZIONI AMBIENTE

 

 

Guida all'applicazione del regime di New Waste per i RAEE Professionali, Federazione ANIE

Dal gennaio 2011 ha preso avvio il sistema di “responsabilità individuale” per i RAEE nuovi – cosiddetto regime di new waste. Cionondimeno, tale regime resta tuttora impossibile da implementare, mancando alcuni strumenti attuativi del D.Lgs 151/2005 - recepimento nazionale della Direttiva RAEE - fondamentali per l’effettiva operatività del sistema, tra cui lo standard europeo di identificazione del produttore di una apparecchiatura elettrica ed elettronica nel momento in cui questa giunge a fine vita e, soprattutto, il meccanismo di finanziamento dei RAEE nuovi, che dovrebbe avvenire da parte dei produttori fornendo garanzie per ciascuna AEE immessa sul mercato, secondo modalità definite da un apposito Decreto Ministeriale, ad oggi non ancora emanato.
Le evidenti criticità cui espone detta situazione riguardano soprattutto i produttori di RAEE professionali, che necessitano di indicazioni chiare per assolvere gli obblighi normativi, mentre per i RAEE domestici l’attuale formulazione del decreto 151 consente comunque ai produttori l’adempimento dei rispettivi obblighi.
È, quindi, ai produttori di RAEE professionali che Federazione ANIE rivolge in primis la presente “Guida ai RAEE professionali”, frutto di un lavoro congiunto che ha visto la collaborazione di esperti in seno a Federazione ANIE e Camera di Commercio di Milano.


 

Guida ANIE "L'iscrizione al registro dei produttori di pile ed accumulatori"

La guida è stata elaborata dalla Camera di Commercio di Milano ed ANIE Federazione, in collaborazione con Ecocerved. L’iscrizione al Registro nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori deve avvenire entro il 18 settembre 2009 (in base alla proroga prevista dal D.L. 01/07/2009, n. 78) Il produttore di pile e accumulatori soggetto agli obblighi di iscrizione può immettere sul mercato tali prodotti solo dopo aver effettuato tale adempimento. All'interno del registro è prevista una sezione relativa  ai sistemi collettivi istituiti per il finanziamento della gestione dei rifiuti di pile ed accumulatori.


Guida "L’iscrizione al Registro dei Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche

La Guida, sviluppata in forma di presentazione powerpoint fornisce al produttore di apparecchiature tutte le informazioni necessarie per individuare il proprio ruolo nel sistema RAEE Italia, i propri obblighi e le proprie responsabilità e procedere poi al completamento del processo di registrazione.
La Guida, disponibile gratuitamente per le imprese, è aggiornata al 5 febbraio 2008, e contiene alcune modifiche ed integrazioni di carattere esplicativo (v. pag. 3).


ORGALIME "Guida pratica per utilizzatori a valle, produttori di articoli e importatori all'interpretazione Regolamento REACH"

Secondo il nuovo Regolamento, le imprese che producono, importano o utilizzano sostanze chimiche avranno l'obbligo di registrare  presso l'apposita Agenzia europea le sostanze che utilizzano nei propri prodotti/processi, valutare i rischi derivanti dal loro impiego e adottare tutti i provvedimenti necessari per ridurre i rischi precedentemente individuati. La Guida ORGALIME tratta in modo semplice immediato gli obblighi cui dovranno fare fronte nei prossimi anni i cosiddetti utilizzatori a valle, i produttori di articoli e gli importatori. La guida è diponibile per il download sul sito di ORGALIME.

Aggiornamento  (ottobre 2008)  riguardante  l'implementazione dell'art. 33 del  Regolamento,  che  prevede degli obblighi  di informazione che gli utilizzatori a valle devono fornire  ai destinatari degli articoli ed ai consumatori laddove  le sostanze candidate  (SVHC  - Substances on very high concern)  siano contenute in concentrazioni superiori allo 0,1% in peso/peso. Con questa guida si è cercato di semplificare il formato e limitare le informazioni alla parte essenziale, e  lasciare più flessibilità ai fornitori di articoli su come comunicare le informazioni ai destinatari/clienti.


 

Modelli per la Dichiarazione di Conformità alle disposizioni della Direttiva RoHS

ANIE, sulla base dell’esperienza acquisita nel settore, ha approntato due modelli di "Dichiarazione di Conformità" per i propri Associati, da inviare ai fornitori di componenti, che contengono tutti gli elementi ritenuti essenziali affinché:


• Il fornitore sia messo nelle condizioni di poter valutare correttamente se i propri componenti o sottoassiemi sono conformi alla RoHS e dunque produrre una dichiarazione corretta.

• La dichiarazione contenga tutti gli elementi eventualmente necessari all’autorità di controllo in caso di verifica.


 

Altre Guide

Sul sito di ANIE Federazione, Area Ambiente, sono disponibili altre guide di interesse per il settore sulle tematiche ambientali

ANIEFederazione/Pubblicazioni Ambiente