Formazione in Luce AIDI/ASSIL

 

LUCE COME MATERIA

Il ruolo della luce come chiave di lettura di spazio, forme e materiali

 

 

 

Si è svolto il 30 maggio 2019, nella prestigiosa Aula Magna del Politecnico di Milano, l’incontro “Luce come Materia”, organizzato nell’ambito di “Formazione in Luce”, progetto culturale e formativo congiunto AIDI Associazione Italiana di Illuminazione e ASSIL Associazione Nazionale Produttori Illuminazione.

All’incontro hanno partecipato autorevoli esponenti del mondo accademico, dell’architettura e della fotografia: Jacqueline Salmon, fotografa, Alfonso Femia, architetto di fama internazionale, Marco Introini, fotografo documentarista e docente di Fotografia dell’ Architettura e Tecnica della Rappresentazione presso la Facoltà di Architettura Civile del Politecnico di Milano, e Maurizio Rossi, Direttore del Master in Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano, hanno raccontato l’esperienza della luce come elemento fondamentale nella descrizione dell’ambiente che ci circonda.

 

Attraverso i diversi materiali e le differenti geometrie, la luce crea prospettive e dettagli sempre differenti e mutevoli che organizzano e descrivono la dimensione spazio-temporale in cui viviamo. Attraverso la luce, intangibile e senza forma, tutto si definisce e gli elementi acquistano significato.

L’approfondimento culturale, imposto anche dalla veloce e radicale trasformazione che il mercato dell’illuminazione sta affrontando in seguito all’introduzione di nuove e sempre più evolute tecnologie, nasce anche dalla consapevolezza circa l’importanza di regalare alle nostre città, alle sue architetture e ad ogni ambiente interno, un’illuminazione capace di enfatizzare particolari, geometrie, nel pieno rispetto della fruibilità degli spazi e della qualità delle tecnologie utilizzate.
La luce non può essere considerata come semplice complemento tecnico. È molto di più̀. La luce, nel dialogo con la sua ombra, si risolve in fenomeni esperienziali che ricostruiscono e danno forma agli ambienti che viviamo. Per questo deve essere pensata e progettata in costante dialettica con spazio e tempo, capace di generare sensazioni suggestive nel fruitore.

Oggi la progettazione della luce avviene frequentemente secondo schemi troppo tecnici o troppo decorativi, che si sviluppano attraverso un’operatività che tiene distanti gli architetti dal progetto della luce. Per questo occorre rinnovare il dialogo continuo e profondo tra specialisti della luce e profani, per la diffusione di un ecosistema culturalmente avanzato che consideri la materia luce come vero e tangibile materiale di costruzione architettonica.

Con questo obiettivo AIDI e ASSIL hanno promosso l’incontro “Luce come Materia” che, grazie agli interventi di importanti e rappresentativi esponenti del mondo accademico, dell’architettura e della fotografia, sostiene il ruolo della luce come elemento che definisce e racconta lo spazio, ne diviene strumento di lettura, enfatizzandone forme e materiali.

Sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti nelle prime due edizioni di Formazione in Luce e con quella attualmente in corso – spiega Massimiliano Guzzini, Presidente ASSILgrazie alle quali siamo riusciti a coinvolgere fino ad oggi oltre 650 operatori del settore, in particolare progettisti e lighting designer. Per questa terza edizione abbiamo sentito la necessità di affrontare una tematica affascinante e stimolante come quella della “Luce come materia” che è stata analizzata da autorevoli e rappresentativi esponenti del mondo accademico, dell’architettura e della fotografia. Jacqueline Salmon, Alfonso Femia, Marco Introini e Maurizio Rossi ci hanno illustrato come la luce non sia solo un fatto tecnico, ma è momento essenziale per descrivere l’ambiente circostante e favorire la socializzazione.

Questi argomenti – prosegue Massimiliano Guzzini - si legano imprescindibilmente al tema della luce di qualità, che si declina principalmente nei termini di corretta progettazione e utilizzo di prodotti innovativi e di qualità per l’illuminazione pubblica e privata. Ma l’innovazione e la qualità dei prodotti sono possibili solo in un ecosistema culturalmente avanzato, in sintonia con le vivaci dinamiche di un settore estremamente legato alla tecnologia, pertanto in costante e rapida evoluzione. Professionisti preparati sotto il profilo normativo, applicativo e culturale sono un volano per l’industria della qualità. L’evoluzione tecnologica non è sufficiente se non è accompagnata da un’evoluzione culturale che proceda di pari passo.

Per questo ASSIL e AIDI hanno unito le loro forze e messo a fattor comune competenze complementari. L’unione tra le nostre due Associazioni, che rappresentano la filiera italiana dell’illuminazione a 360 gradi, può portare risultati migliori in tempi più rapidi affinché l’industria italiana dell’illuminazione possa essere sempre più fiorente e competitiva a livello nazionale, europeo e mondiale. Inoltre, un impegno congiunto rappresenta per gli associati ASSIL e AIDI un segnale positivo della capacità di fare sinergia tra l’industria di professionisti e le utilities per una migliore qualità della luce”

Progettare la luce – spiega Gian Paolo Roscio presidente di AIDIè capire lo spazio, cogliere la sua essenza più profonda. Significa anche raccontare storie, valorizzare materiali, creare nuove atmosfere. Esistono due modi per affrontare il tema dell'illuminazione degli spazi cittadini: da una parte le esigenze di funzionalità e sicurezza e dall'altra la valorizzazione del territorio e delle eccellenze artistiche e culturali. Il rapporto sempre più stretto tra architettura e potenzialità della luce ha mutato il modo di essere e di percepire gli spazi sia interni che le città. La luce è, infatti, diventata sempre più protagonista dei nuovi ambienti e paesaggi urbani”.

La luce è una materia viva che permette di esplorare nuove possibilità spaziali. In quest’ottica – continua Gian Paolo Rosciol’impegno di AIDI è quello di promuovere una cultura della luce che possa far emergere sempre di più l’importanza di questo fondamentale connubio tra luce e architettura e di una illuminazione di qualità che attraverso la progettazione e le nuove tecnologie, permetta di creare una luce efficace, dinamica, flessibile, adattabile per creare spazi e luoghi nuovi e più coerenti alle esigenze dell’uomo”

Formazione in Luce”, è il progetto culturale congiunto AIDI e ASSIL nato con l’obiettivo di aggiornare e formare gli attori della filiera dell’illuminazione.
Formazione in Luce 2019 è patrocinato da ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) e supportato da Areti S.p.A., Bridgelux Inc., Cariboni Group S.p.A., Enel X Italia S.r.l., IMQ, Linergy S.r.l., Simes S.p.A. e ZG Lighting S.r.l..

AIDI - Associazione Italiana di Illuminazione è costituita da circa 300 Soci Individuali e 65 Soci Collettivi, presente sul territorio nazionale con sezioni territoriali, svolge una costante azione di informazione scientifica, tecnica e culturale per la diffusione della conoscenza dei problemi legati ai temi dell’illuminazione. Mission di AIDI è la diffusione della conoscenza di tutti gli aspetti legati all’illuminazione e la promozione dello studio e della ricerca, per favorire lo sviluppo delle sue applicazioni. 

ASSIL - Associazione Nazionale Produttori Illuminazione federata ANIE Confindustria, raggruppa circa 80 aziende produttrici di apparecchi, componenti elettrici per l’illuminazione, sorgenti luminose e LED, tra le più rappresentative operanti sul mercato illuminotecnico italiano. Le imprese ASSIL, con fatturato globale di circa 2,8 miliardi di €, sviluppano oltre il 65% del fatturato complessivo italiano del settore e occupano oltre 8.000 addetti. Mission dell’Associazione è rappresentare, tutelare e supportare le Aziende Associate per favorire la crescita di un’industria di qualità basato su Innovazione e Internazionalizzazione.


 

Da febbraio 2019 al via la terza edizione di Formazione in Luce

Nuovi corsi di formazione e nuove sedi per il progetto formativo e culturale promosso da AIDI e ASSIL

 

 

Partirà il prossimo 20 febbraio 2019 la terza edizione del progetto congiunto AIDI e ASSIL “Formazione in Luce”. Dopo il successo delle prime due edizioni, per il 2019 saranno numerose le novità che andranno ad aumentare il valore del progetto formativo e culturale “Formazione in Luce”, nato con l’obiettivo di aggiornare e formare gli attori della filiera dell’illuminazione.

La terza edizione si arricchisce di tre nuovi corsi dedicati all’illuminazione degli impianti sportivi, illuminazione dello spettacolo e light art e luce come materia. Queste tematiche si affiancheranno a quelle già trattate nelle precedenti edizioni: il progetto illuminotecnico (norma UNI 11630), Human Centric Lighting, la gestione digitale della luce. Oltre a questi anche illuminazione degli spazi commerciali, degli spazi residenziali, degli uffici, degli edifici scolastici, delle opere d'arte, degli allestimenti museali e illuminazione delle chiese. Senza dimenticare riqualificazione energetica, piani della luce, appalti di gestione servizio di Illuminazione Pubblica, illuminazione stradale e dell'ambiente urbano.

Altra importante novità dell’edizione 2019 è rappresentata dalle nuove sedi dei corsi. Gli incontri, che si svolgeranno sempre a Milano, si terranno presso le sedi di CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano), UNI (Ente Italiano di normazione) e IMQ (Istituto Italiano del Marchio di Qualità). La collaborazione con gli enti di normazione nazionali e con uno dei più importanti istituti di certificazione contribuirà a promuovere la cultura della luce di qualità, aspetto centrale del progetto “Formazione in Luce”.

Importanti e rappresentativi i docenti che si alterneranno per i corsi proposti: Giordana Arcesilai, Laura Bellia, GianPiero Bellomo, Chiara Bertolaja, Mario Bonomo, Jaqueline Ceresoli, Marco Frascarolo, Alessandro Grassia, Ruggero Guanella, Fabio Pagano, Anna Pellegrino, Alessandra Reggiani, Franco Rusnati, Alberto Scalchi, Luigi Schiavon.

Di seguito il calendario completo degli incontri 2019:

  • 20 febbraio - Il progetto illuminotecnico: norma UNI11630 - sede UNI
  • 19 marzo - Aree urbane in esterni: criteri d'illuminazione e riqualificazione energetica - sede UNI
  • 4 aprile - Illuminazione delle aree commerciali in interni: criteri d'illuminazione e prestazione energetica - sede IMQ
  • 8 maggio - Human Centric Lighting - sede UNI
  • 21 maggio - La gestione digitale della luce - sede CEI
  • 10 giugno - Aree residenziali, hospitality e spazi benessere: criteri d'illuminazione e requisiti normativi - sede UNI
  • 2 luglio - Illuminazione spazi sportivi - novità 2019 - sede UNI
  • 11 luglio - Illuminazione degli spazi verdi e dell'acqua: ambiti applicativi e criteri, caratteristiche normative degli apparecchi - sede UNI
  • 17 settembre - Illuminazione dei locali scolastici: criteri d'illuminazione e requisiti normativi - sede IMQ
  • 24 settembre - Appalti dei servizi di gestione dell'illuminazione pubblica e criteri d'illuminazione stradale - sede UNI
  • 3 ottobre - Illuminazione per lo spettacolo e light art - novità 2019 - sede CEI
  • 30 ottobre - Illuminazione degli uffici: criteri normativi e prestazione energetica - sede UNI
  • 5 novembre - Illuminazione delle opere d'arte, degli allestimenti museali e delle chiese - sede UNI
  • 19 novembre - Aree urbane in esterni: piani della luce e criteri d'illuminazione stradale - sede UNI

Sul sito web www.formazioneinluce.com è possibile approfondire i contenuti dei corsi, ottenere tutte le informazioni utili sulle modalità di partecipazione e iscriversi direttamente online.

Formazione in Luce 2019 è patrocinato da ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) e supportato da Areti S.p.A., Bridgelux Inc., Cariboni Group S.p.A., Enel X Italia S.r.l., IMQ, Linergy S.r.l., Simes S.p.A. e ZG Lighting S.r.l..

Le prime due edizioni del progetto “Formazione in Luce”, del 2017 e 2018, hanno visto la partecipazione di oltre 500 operatori del settore, più di 150 ore di formazione e hanno rappresentato il cuore della più ampia collaborazione strategica siglata attraverso un Memorandum of Understanding tra le due Associazioni, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo e il mantenimento di una industria, di liberi professionisti e di un mercato di qualità.

La continua evoluzione tecnologica, che sta determinando una radicale trasformazione del mercato dell’illuminazione, rende indispensabile una diffusione estesa e capillare della cultura della luce e della progettazione illuminotecnica. Per questo, oltre al percorso Formazione in Luce, AIDI e ASSIL hanno già intrapreso progetti culturali congiunti come il position paper “Illuminazione a LED per il benessere”, il convegno “Luce di qualità. Rivoluzione tecnologica e cultura della progettazione”, che ha visto la partecipazione di oltre 200 qualificati operatori del settore, e la partecipazione congiunta a Light+Building 2018.

Inoltre, a partire dal 2018 sono stati attivati il Comitato Congiunto AIDI/ASSIL, nato con l'obiettivo di individuare tematiche trasversali e posizioni congiunte per dare maggiore impulso, efficacia e autorevolezza all’attività culturale e divulgativa promossa dalle due Associazioni, e il Comitato Education, che ha il compito di supportare ASSIL e AIDI nella definizione delle linee strategiche e scientifiche di formazione per i corsi in programma nelle prossime edizioni.

La formazione è un tema che mi sta particolarmente a cuore. Nel settore dell’illuminazione – spiega Gian Paolo Roscio, Presidente AIDI - oggi dobbiamo compiere un deciso passo in avanti per far comprendere agli operatori che l’attività formativa deve proporsi in un campo sempre più vasto. Serve, infatti, un approccio culturale e, nello stesso tempo, attento all’evoluzione tecnologica dei sistemi di illuminazione.  

In un contesto sempre più competitivo, di grande cambiamento ed evoluzione – continua Roscio - AIDI si pone l’obiettivo di realizzare progetti e iniziative, come i corsi di formazione, che possano offrire una cultura della luce coerente con gli attuali bisogni informativi delle aziende e dei professionisti che diventa sempre più indispensabile per acquisire professionalità e vantaggio competitivo. In quest’ottica abbiamo costituito un gruppo “Università e Ricerca” per consolidare e sviluppare progetti di collaborazione con gli Atenei. Nei prossimi mesi partiranno una serie di eventi sul territorio per approfondire tematiche d’interesse e attualità. Inoltre, a fine anno, lanceremo un concorso sulle idee innovative perché credo che oggi sia fondamentale incoraggiare il settore delle start up, della ricerca e dell’innovazione”.

 “Sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti nelle prime due edizioni di Formazione in Luce – spiega Massimiliano Guzzini, Presidente ASSILgrazie alle quali siamo riusciti a coinvolgere oltre 500 operatori del settore, in particolare progettisti e lighting designer. Grazie all’esperienza di AIDI nello sviluppo delle applicazioni della luce e alle competenze tecniche, tecnologiche e normative di ASSIL, in questi due anni abbiamo concretamente contribuito a promuovere un ecosistema culturalmente avanzato, in sintonia con le vivaci dinamiche di un settore estremamente legato alla tecnologia, pertanto in costante e rapida evoluzione.

Per dare maggiore impulso al valore culturale e formativo del progetto “Formazione in Luce” – prosegue Guzzini - abbiamo costituito il “Comitato Education”, tavolo composto da figure autorevoli e di chiara fama del mondo accademico, dell'architettura, della ricerca e progettazione illuminotecnica, del giornalismo, della cultura, che ci supporteranno nella definizione strategica degli obiettivi formativi del nostro progetto. Inoltre, abbiamo istituito due nuovi corsi di formazione dedicati all’illuminazione degli impianti sportivi e all’Illuminazione dello spettacolo e light art e stiamo sviluppando un modulo in cui verrà trattato l’affascinante tema della luce come materia, rafforzando la nostra capacità innovativa in linea con i trend di mercato.

Unire le forze e mettere insieme competenze complementari, soprattutto laddove ci sono obiettivi comuni come nel caso di ASSIL e AIDI che rappresentano la filiera italiana dell’illuminazione a 360 gradi, può portare risultati migliori in tempi più rapidi affinché l’industria italiana dell’illuminazione possa essere sempre più fiorente e competitiva a livello nazionale, europeo e mondiale. Inoltre, un impegno congiunto rappresenta per gli associati ASSIL e AIDI un segnale positivo della capacità di fare sinergia a beneficio dell’industria in cui operano."

Scarica il catalogo "Formazione in Luce 2019"

Quote di partecipazione

Quota di partecipazione per singolo corso:

  • Associati AIDI-ASSIL: € 120,00 + IVA
  • Non Associati AIDI-ASSIL: € 150,00 + IVA

Sconto pacchetto corsi “Early booking” per 1 partecipante

  • Sconto 20% sull’acquisto del pacchetto 6 corsi
  • Sconto 15% sull’acquisto del pacchetto da 3 a 5 corsi

Sconto pacchetto corsi “Early booking” per 2 partecipanti

  • Sconto 25% sull’acquisto del pacchetto 6 corsi
  • Sconto 20% sull’acquisto del pacchetto da 3 a 5 corsi

Sede dei corsi (come da calendario)

CEI - via Saccardo, 9 Milano
IMQ - via Quintiliano, 43 Milano
UNI - via Sannio, 2 Milano

A breve, sul sito web www.formazioneinluce.com sarà possibile approfondire i contenuti dei corsi, ottenere tutte le informazioni utili sulle modalità di partecipazione e iscriversi direttamente online.

 

Per maggiori informazioni e per preiscrizioni:

Segreteria Organizzativa Formazione in Luce
T: 02.97373352 - E: segreteria@formazioneinluce.com

 


AIDI E ASSIL ANCORA INSIEME PER PROMUOVERE LA CULTURA DELLA LUCE

Nel 2018 al via la nuova edizione di Formazione in Luce e altre interessanti attività congiunte delle due Associazioni

 

AIDI Associazione Italiana di Illuminazione e ASSIL Associazione Nazionale Produttori Illuminazione federata ANIE Confindustria, dopo il successo della prima edizione confermano anche per il 2018 la collaborazione nell’ambito del progetto formativo e culturale congiunto “Formazione in Luce”, nato con l’obiettivo di aggiornare e formare gli attori della filiera dell’illuminazione.

La seconda edizione di Formazione in Luce si fa ancora più ricca. Il nuovo calendario, infatti, vedrà la programmazione di tre nuovi corsi dedicati alle tematiche più attuali del mondo dell’illuminazione. “Human Centric Lighting”, “Il progetto illuminotecnico: norma UNI 11630” e “La gestione digitale della luce” sono i nuovi titoli che vanno ad aggiungersi alle tematiche già affrontate nella prima edizione: illuminazione degli spazi commerciali, degli spazi residenziali, degli uffici e degli edifici scolastici. Oltre a questi, anche illuminazione delle opere d'arte, degli allestimenti museali e illuminazione delle chiese. Senza dimenticare riqualificazione energetica, piani della luce, appalti di gestione servizio di Illuminazione Pubblica, illuminazione stradale e dell'ambiente urbano.

Da febbraio a novembre 2018 saranno quindi 12 in totale i corsi di formazione dedicati al mondo della luce, con il rilascio di crediti professionali per architetti e ingegneri.

Importanti e rappresentativi i docenti che si alterneranno per i corsi proposti: Giordana Arcesilai, Laura Bellia, Mario Bonomo, Marco Frascarolo, Alessandro Grassia, Ruggero Guanella, Fabio Pagano, Marinella Patetta, Anna Pellegrino, Alessandra Reggiani, Franco Rusnati, Alberto Scalchi, Luigi Schiavon.

Di seguito il calendario degli incontri:

20 febbraio - Illuminazione degli uffici: criteri normativi e prestazione energetica

10 aprile - Aree urbane in esterni: criteri d'illuminazione e riqualificazione energetica

8 maggio - Aree commerciali in interni: criteri d'illuminazione e prestazione energetica

22 maggio - Human Centric Lighting

7 giugno - Aree urbane in esterni: piani della luce e criteri d'illuminazione stradale

10 luglio - Aree residenziali e hospitality: criteri d'illuminazione e requisiti normativi

12 settembre - Illuminazione degli spazi verdi e dell'acqua: ambiti applicativi e criteri, caratteristiche normative degli apparecchi

2 ottobre - Illuminazione dei locali scolastici: criteri d'illuminazione e requisiti normativi

16 ottobre - Appalti dei servizi di gestione dell'illuminazione pubblica e criteri d'illuminazione stradale

30 ottobre - Il progetto illuminotecnico: norma UNI 11630

13 novembre - Illuminazione delle opere d'arte, degli allestimenti museali e delle chiese

29 novembre - La gestione digitale della luce

Sul sito web www.formazioneinluce.com è possibile approfondire i contenuti dei corsi, ottenere tutte le informazioni utili sulle modalità di partecipazione e iscriversi direttamente online.

Formazione in Luce 2018 è supportato da A.A.G. Stucchi s.r.l., Fivep S.p.A, Philips Lighting Italy S.p.A., Reverberi Enetec s.r.l., Simes S.p.A. e Wiva Group S.p.A.

La prima edizione di “Formazione in Luce”, che ha visto da marzo a novembre 2017 la partecipazione di oltre 280 operatori del settore e la replica di alcuni corsi, ha rappresentato il primo step di una più ampia collaborazione strategica, siglata attraverso un Memorandum of Understanding tra le due Associazioni, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo e mantenimento di una industria, di liberi professionisti e di un mercato di qualità.

La continua evoluzione tecnologica, che sta determinando una radicale trasformazione del mercato dell’illuminazione, rende indispensabile una diffusione estesa e capillare della cultura della luce e della progettazione illuminotecnica. Per questo, oltre al percorso Formazione in Luce, AIDI e ASSIL hanno già intrapreso progetti culturali congiunti come il position paper “Illuminazione a LED per il benessere”e il convegno “Luce di qualità. Rivoluzione tecnologica e cultura della progettazione”, che ha visto la partecipazione di oltre 200 qualificati operatori del settore.

Inoltre, nei prossimi mesi sono già in programma ulteriori sinergie, come la partecipazione con uno stand istituzionale congiunto a Light+Building 2018 e la creazione di specifici comitati per dare maggiore impulso, efficacia e autorevolezza alle attività formativa e culturale promossa dalle due Associazioni.

La formazione – dichiara Margherita Süss, Presidente AIDI - rappresenta per l’Associazione Italiana di Illuminazione un percorso strategico in un contesto come quello attuale, nel quale sono richieste conoscenze sempre più professionali, capacità e attitudini sempre più specifiche. I corsi di “Formazione in Luce” propongono i temi più attuali nella complessità dei loro molteplici aspetti: professionali, tecnologici, normativi, estetici, aumentando pertanto notevolmente il valore degli stessi.
In un periodo dove l’originalità e l’innovazione dei prodotti ha durata breve, in cui la tecnologia è superata dalla nuova, AIDI si pone sfidante, attribuendo ai valori di qualità e professionalità la certezza che essi rimangano comunque come qualcosa di inimitabile, un valore competitivo che permette di differenziarsi. 
Il progetto culturale  “Formazione in Luce”, giunto ora alla sua seconda edizione a seguito del positivo consenso rilevato, è in grado di  aggiornare e formare gli attori della filiera del settore dell’illuminazione,  perseguendo l’obiettivo di promozione dello sviluppo e di un mercato di qualità.
“Formazione in Luce” –
prosegue Margherita Süss - riparte dunque il prossimo anno incrementando il numero dei corsi, aggiungendo nuovi temi e incaricando docenti di chiara fama, chiamati a stimolare i giusti  cambiamenti nella struttura dell'esperienza.
Colgo l’occasione per ringraziare gli sponsor che ci permettono di continuare a portare avanti questa iniziativa che rientra fra i nostri obiettivi più importanti, fra i quali quello di contribuire in modo significativo alla diffusione della cultura della luce, mission di AIDI fin dal 1959. Ci auguriamo che la proposta, rafforzata e sostenuta delle due associazioni nazionali di riferimento per il settore, continui ad essere importante stimolo e riferimento per professionisti e industrie di qualità.

Sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti con la prima edizione di Formazione in Luce  – spiega Massimiliano Guzzini, Presidente ASSIL – grazie alla quale siamo riusciti a coinvolgere oltre 280 operatori del settore, in particolare progettisti e lighting designer. Ancora più ambizioso è il progetto formativo in programma nel 2018, che sarà arricchito dai nuovi corsi “Human Centric Lighting”, “Il progetto illuminotecnico: norma UNI 11630”, “La gestione digitale della luce” e dalla docenza di Laura Bellia, Professoressa dell’Università di Napoli Federico II. Inoltre, per dare maggiore impulso e autorevolezza all’attività formativa AIDI/ASSIL nel 2018 verrà costituito un Comitato che avrà il compito di definire le linee strategiche e scientifiche dell’attività didattica congiunta a partire dall’edizione 2019.
Nell’ambito della più ampia collaborazione strategica sancita dal Memorandum of Understanding -
prosegue Massimiliano Guzzini – il 2017 ci ha visto uniti per fare fronte comune ad una campagna mediatica superficiale e scandalistica sull’illuminazione pubblica con sorgenti LED. Per contrastare l’ingiustificato allarmismo che rischia di danneggiare il nostro settore, AIDI e ASSIL hanno dapprima predisposto il Position Paper “Illuminazione a LED per il benessere”, seguito a giugno dal convegno “Luce di qualità. Rivoluzione tecnologica e cultura della progettazione”, che ha visto la partecipazione qualificata di oltre 200 operatori del settore.
Per il 2018 la promozione di un ecosistema culturalmente avanzato rimane la priorità dell’attività congiunta AIDI/ASSIL. Per raggiungere con maggiore efficacia questo obiettivo è stato recentemente istituito un Comitato congiunto, composto da membri qualificato di AIDI e ASSIL, il cui compito è quello di individuare tematiche di comune interesse per lo sviluppo di ulteriori attività sinergiche. Grazie alle competenze tecniche, tecnologiche e normative di ASSIL e all’esperienza di AIDI nello sviluppo delle applicazioni della luce, sarà possibile creare e promuovere lo sviluppo e mantenimento di una industria, di liberi professionisti e di un mercato di qualità
”.

 


FORMAZIONE IN LUCE
AIDI e ASSIL insieme per promuovere la cultura della luce

 

AIDI Associazione Italiana di Illuminazione e ASSIL Associazione Nazionale Produttori Illuminazione federata ANIE Confindustria, presentano Formazione in Luce”, il progetto culturale congiunto nato con l’obiettivo di aggiornare e formare gli attori della filiera dell’illuminazione.

da sinistra Massimiliano Guzzini, Presidente ASSIL, Mariella Di Rao, Moderatrice, Margherita Suss, Presidente AIDI

Il progetto didattico rappresenta il primo step di una più ampia collaborazione strategica, siglata attraverso un Memorandum of Understanding tra le due Associazioni, che ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo e mantenimento di una industria, di liberi professionisti e di un mercato di qualità.

Formazione in Luce vede da marzo a novembre 2017 la programmazione di 9 corsi di formazione dedicati al mondo della luce, con il rilascio di crediti professionali per architetti e ingegneri: illuminazione degli spazi commerciali, degli spazi residenziali, degli uffici e degli edifici scolastici. Oltre a questi, anche illuminazione delle opere d'arte, degli allestimenti museali e illuminazione delle chiese. Senza dimenticare riqualificazione energetica, piani della luce, appalti di gestione servizio di Illuminazione Pubblica, illuminazione stradale e dell'ambiente urbano.

Importanti e rappresentativi i docenti che si alterneranno per i 9 corsi proposti: Chiara Aghemo, Giordana Arcesilai, Mario Bonomo, Marco Frascarolo, Alessandro Grassia, Ruggero Guanella, Fabio Pagano, Marinella Patetta, Alessandra Reggiani, Franco Rusnati, Alberto Scalchi, Luigi Schiavon.

da sinistra Fabio Pagano, docente, Mariella Di Rao, moderatrice, Alessandra Reggiani, docente

 

Di seguito il calendario degli incontri:

14 marzo - Aree urbane in esterni:Criteri d'illuminazione e riqualificazione energetica

12 aprile - Aree urbane in esterni: Piani della luce e criteri d'illuminazione stradale

16 maggio - Illuminazione degli uffici: Criteri normativi e prestazione energetica

13 giugno - Aree commerciali in interni: Criteri d'illuminazione e prestazione energetica

11 luglio - Aree residenziali in interni e hospitality: Criteri d'illuminazione e requisiti normativi

12 settembre - Illuminazione degli spazi verdi e dell'acqua: Ambiti applicativi e criteri, caratteristiche normative degli apparecchi

26 settembre - Appalti dei servizi di gestione dell'illuminazione pubblica e criteri d'illuminazione stradale

17 ottobre - Illuminazione dei locali scolastici: Criteri d'illuminazione e requisiti normativi

14 novembre - Illuminazione delle opere d'arte, degli allestimenti museali e delle chiese

 
Sul sito web www.formazioneinluce.com è possibile approfondire i contenuti dei corsi, ottenere tutte le informazioni utili sulle modalità di partecipazione e iscriversi direttamente online.

Oltre al percorso Formazione in Luce, ASSIL e AIDI intendono intraprendere ulteriori attività sinergiche: progetti culturali che, oltre ai corsi, porteranno alla realizzazione di articoli, eventi e convegni congiunti e. progetti tecnico-legali con l’obiettivo di sviluppare, armonizzare e semplificare la legislazione e la normativa di settore vigente e alla rappresentatività allargata degli associati presso enti di ricerca e istituzioni nazionali sui temi relativi all'illuminazione.

 

L’acquisizione di nuove competenze e professionalità – afferma Margherita Suss, Presidente AIDI – rappresenta anche per l’Associazione Italiana di Illuminazione un vantaggio indispensabile per rimanere competitivi sul mercato, aumentando allo stesso tempo il livello di soddisfazione dei fruitori dei luoghi nei quali l’illuminazione ha il compito di definire volumi e funzioni dello spazio, affrontando con capacità rinnovata le continue sfide del nostro tempo. Ho fortemente sostenuto, in tal senso, una sinergia tra l’Associazione che rappresento e ASSIL, affinché i corsi che proponiamo possano realmente proporre i temi più attuali nella complessità dei loro molteplici aspetti: tecnologici, normativi, estetici, aumentando pertanto notevolmente il valore degli stessi.
In un periodo dove l’originalità e l’innovazione dei prodotti ha durata breve, in cui la tecnologia è superata dalla nuova, AIDI si pone sfidante, attribuendo ai valori di qualità e professionalità la certezza che essi rimangano comunque come qualcosa di inimitabile, un valore competitivo che permette di differenziarsi.
Formare significa far apprendere concetti, metodologie, strumenti e abilita “nel saper fare”, stimola cambiamenti nella struttura dell'esperienza per ottenere comportamenti in sintonia con i propri valori e con il sistema, aziendale o professionale, di cui si è parte
.”

 

Il motore dello sviluppo e dell’internazionalizzazione – spiega Massimiliano Guzzini, Presidente ASSIL (Direttore Business Innovation & Networking e Vicepresidente iGuzzini) – è l’innovazione, che nasce e si diffonde solo dove c’è cultura. Per questo sono fondamentali la formazione, l’attivazione di reti di conoscenza e la capacità di fare sinergie. ASSIL e AIDI hanno come obiettivo comune sviluppare un’industria e professionisti di qualità; da qui la decisione di cogliere insieme l’opportunità di unire le forze e di creare un Memorandum of Understanding, affinché l’industria italiana dell’illuminazione possa essere sempre più fiorente e competitiva a livello nazionale, europeo e mondiale. 
Grazie alle competenze tecniche, tecnologiche e normative di ASSIL e all’esperienza di AIDI nella formazione e nello sviluppo delle applicazioni della luce, sarà possibile creare e promuovere un ecosistema culturalmente avanzato, in sintonia con le vivaci dinamiche di un settore estremamente legato alla tecnologia, pertanto in costante, rapida evoluzione. Per questo sono orgoglioso del progetto Formazione in Luce, che rappresenta il primo step di una più ampia collaborazione strategica tra AIDI e ASSIL.

 
Formazione in Luce è supportato da Cariboni Group, DGA Srl, Gewiss SpA e iGuzzini Illuminazione SpA.
 
AIDI - Associazione Italiana di Illuminazione è costituita da circa 300 Soci Individuali e 65 Soci Collettivi, presente sul territorio nazionale con sezioni territoriali, svolge una costante azione di informazione scientifica, tecnica e culturale per la diffusione della conoscenza dei problemi legati ai temi dell’illuminazione. Mission di AIDI è la diffusione della conoscenza di tutti gli aspetti legati all’illuminazione e la promozione dello studio e della ricerca, per favorire lo sviluppo delle sue applicazioni. 
 
ASSIL - Associazione Nazionale Produttori Illuminazione federata ANIE Confindustria, raggruppa circa 80 aziende produttrici di apparecchi, componenti elettrici per l’illuminazione, sorgenti luminose e LED, tra le più rappresentative operanti sul mercato illuminotecnico italiano. Le imprese ASSIL, con fatturato globale di circa 2,5 miliardi di €, sviluppano oltre il 60% del fatturato complessivo italiano del settore e occupano oltre 8.000 addetti. Mission dell’Associazione è rappresentare, tutelare e supportare le Aziende Associate per favorire la crescita di un’industria di qualità basato su Innovazione e Internazionalizzazione.
 
 
Documentazione Download

Comunicato Stampa

Catalogo Fomazione in Luce

Profilo AIDI

Profilo ASSIL

Foto Conferenza Stampa - Alta Risoluzione

Foto Conferenza Stampa - Web

Pagina Formazione in Luce