Commissione Europea: proposta di modifica alla Direttiva quadro sui rifiuti


Commissione Europea: proposta di modifica alla Direttiva quadro sui rifiuti 

In materia di rifiuti e relativa gestione si segnala che la Commissione Europea, nell’ambito della propria Comunicazione sull'economia circolare "Towards a circular economy: A zero waste programme for Europe", ha presentato una proposta ufficiale di direttiva contenente le modifiche alle seguenti direttive attualmente in vigore sulla tematica dei rifiuti:

 

  • 2008/98/CE - direttiva quadro rifiuti
  • 2006/66/CE - pile e accumulatori e relativi rifiuti
  • 2012/19/UE - RAEE II
  • 94/62/CE - imballaggi e rifiuti di imballaggio
  • 1999/31/CE - discariche di rifiuti
  • 2000/53/CE - ELV (End of Life Vehicle)

 

La proposta legislativa, già trasmessa al Parlamento e al Consiglio, è ora al vaglio degli Stati membri e del Parlamento Europeo, per la nomina dei rispettivi relatori nelle commissioni di competenza, in vista di un accordo in co-decisione.

In riferimento ai RAEE e a pile e accumulatori non sembrerebbero essere presenti, al momento, particolari criticità in quanto le modifiche proposte sono rivolte unicamente agli Stati membri e riguardano natura e modalità delle comunicazioni da effettuare alla Commissione.

Diversamente, sono numerose le perplessità che emergono dall’analisi delle proposte di emendamento alla direttiva quadro rifiuti 2008/98/CE, fra gli aspetti di maggior rilievo vi è in particolar modo quello riguardante definizione e modalità di applicazione del principio di Extended Producer Responsibility -EPR, su cui si basano anche la direttiva RAEE e pile e accumulatori. Tramite l’introduzione di un nuovo Allegato VII al testo della direttiva vengono infatti definiti dei criteri minimi che gli Stati membri dovranno prendere in considerazione in fase di attuazione e implementazione dell’EPR.

Per facilitare l’esame della documentazione è possibile scaricare il testo consolidato della direttiva rifiuti 2008/98/CE, con integrate le modifiche proposte dalla Commissione. Per effettuare il dowload clicca qui.